Covid-19: i giovani non perdono la fiducia nel futuro

Scritto da il 08/04/2021

In una ricerca di Polis Lombardia le esigenze degli under 35 lombardi

Polis_Lombardia ha realizzato e presentato in Regione una ricerca che riguarda “Le esigenze dei giovani residenti in Lombardia”, dalla quale emerge: meno matrimoni e convivenze; meno occupati e soprattutto più over 25 inattivi; più propensione verso l’autonomia economica, lavorativa e abitativa; un aumento di ottimismo sul futuro.

L’indagine, che rientra nell’annuale attività di ricerca “Il Consiglio ascolta”, promossa dall’Ufficio di Presidenza, si basa su un questionario somministrato dall’agenzia Noto a un campione di 2.000 giovani tra i 18 e i 34 anni, abitanti in Lombardia.

I dati fanno emergere vari trend sociodemografici, evidenziando alcune ripercussioni della pandemia sugli under 35: tra tutte, la percentuale di oltre un terzo di studenti che dichiarano di aver avuto problemi con la formazione a distanza, giovani per lo più riferiti all’istruzione secondaria. Oppure l’entrata nella condizione di Neet dei giovani laureati e degli over 25, mentre la disoccupazione ha riguardato con maggiore frequenza le giovani donne, i giovani in condizioni economiche di difficoltà e gli stranieri. Neet è l’acronimo inglese di “Not in Education, Employment or Training” e indica persone non impegnate nello studio, né nel lavoro né nella formazione

Il presidente del Consiglio regionale, Alessandro Fermi, ha rilevato che “la qualità del futuro di un territorio è strettamente connessa alla valorizzazione delle persone che vivono al suo interno. Solo dal genio che i nostri giovani esprimeranno, avvieremo quel miglioramento come comunità che da tempo auspichiamo. Questa è la convinzione che ci deve guidare, perché realizzare i bisogni dei giovani e soddisfare i loro desideri è condizione imprescindibile per rimettere in gioco e in movimento la nostra società”.

E di risorsa da non sprecare ha parlato Curzio Trezzani, presidente della Commissione consiliare Cultura che ha sottolineato la necessità di investimenti mirati: “I giovani sono la risorsa più importante di Regione Lombardia. Investire nei giovani vuol dire investire e credere nel futuro, significa riporre in qualcuno le proprie speranze per un divenire migliore per tutti”.

Tutti spunti che serviranno a indirizzare il policy maker regionale nelle future azioni volte ai giovani, tra cui interventi rivolti a ricostruire un contesto favorevole da un punto di vista economico e lavorativo, focalizzando l’azione pubblica verso politiche per favorire l’autonomia.

La ricerca è consultabile al link https://bit.ly/3dhQ9Bd


On Air

In onda adesso

Traccia corrente

Titolo

Artista

Programma in onda

PlayList

00:00 07:00

Programma in onda

PlayList

00:00 07:00

Background

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close